Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.
FREE

Arena Sanlorenzo, Zalone forever: Cado dalle nubi

luglio 8 | 21:00 - 23:00

Ritorna il cinema all’aperto al Mercato: Arena Sanlorenzo!
Inauguriamo le sdraio e il maxi schermo del Mercato con un primo ciclo di film all’aperto dedicato a uno dei comici italiani più amati: Checco Zalone!

Il cinema d’estate che anima il giardino di Sanlorenzo Mercato con un maxischermo e le immancabili sdraio di tela, per godersi gratuitamente un film sotto il cielo stellato, tra le erbe aromatiche e le prelibatezze delle botteghe, come la frutta fresca o il tipico “scaccio” siciliano.

INGRESSO GRATUITO, NON OCCORRE LA PRENOTAZIONE
Tutti i film cominciano alle 21.00, ma raccomandiamo di arrivare almeno un’ora prima, per trovare i posti migliori e mangiare qualcosa di buono tra le 12 botteghe del Mercato!

🎥 Si comincia il 1 luglio con Sole a Catinelle
“Se sarai promosso con tutti dieci, papà ti regala una vacanza da sogno”. È questa promessa l’incubo di Checco, ex cameriere ora venditore di aspirapolveri in piena crisi sia con il fatturato che con la moglie: sì perché il figlio Nicolò prende la cosa estremamente sul serio e a casa arriva una pagella perfetta… Come mantenere la promessa senza un soldo? Fortuna che a Checco non manca l’ottimismo: partito verso il Molise con la speranza (vana) di vendere qualche aspirapolvere ai suoi parenti (strategia che fino a poco tempo prima aveva pagato), si ritrova a casa di Zoe, ricchissima ragazza che ha un figlio proprio dell’età di Nicolò e che finisce per “adottare” i due, portandoseli dietro a party esclusivi, yacht, campi da golf…

🎥 Si prosegue l’8 luglio con Cado dalle nubi
È, una volta tanto, un felice passaggio dal piccolo al grande schermo, una delle commedie italiane più comiche e intelligenti degli ultimi anni. Nasce da una coppia di esordienti al cinema: Zalone, protagonista e musicista (con il suo vero nome, Luca Medici) che l’ha scritto con Nunziante, sceneggiatore e neo regista. Da Polignano a Mare (BA), il cantautore inascoltato Checco emigra, dopo una delusione d’amore, a Milano, ospite del cugino conterraneo Alfredo che, all’insaputa delle famiglie, convive con Manolo. Là Checco s’innamora a prima vista di Marika, figlia di un leghista irriducibile che odia i terroni. Subìta anche con lei una delusione, diventa famoso come cantante. Zalone impersona un classico tipo della commedia di ogni tempo e di ogni paese, il disadattato, ma è un vincente. È ingenuo, ignorante, irriverente, anarchico, politicamente scorretto. E dice la verità. Ce n’è per tutti nel film: per leghisti, razzisti, nordisti, meridionali, gay e omofobi. Come attore, ha tempi comici perfetti. E la commedia non è schiacciata su di lui: ci sono diversi bravi caratteristi e la Michelini possiede una qualità rara, l’energia. Suono in presa diretta: Massimo Simonetti. Prodotto da Pietro Valsecchi.

🎥 Il 22 luglio  è la volta di Che bella giornata!
Dopo Cado dalle nubi (2009) il trio Valsecchi (produttore con Taodue), Nunziante (regista e cosceneggiatore), Zalone (sceneggiatore, attore e musicista col vero nome Luca Medici) ha stravinto al botteghino: il più alto incasso nella storia del cinema italiano dopo il 1945, con una commedia che fa perno su un attentato alla Madonnina del Duomo di Milano, ideato da due afgani, sorella e fratello, per vendicare la famiglia massacrata durante un bombardamento aereo. Come portare l’esplosivo in cima al Duomo? Affidandolo a Checco, pugliese di Polignano a Mare (BA), già bocciato 3 volte all’esame di carabiniere. Nonostante una serie di spropositi, il protagonista realizza il sogno, arrivando a proteggere papa Ratzinger. Insolita commedia che fa ridere, pur avendo un risvolto doloroso e drammatico anche per Checco, sedotto dalla bella afgana Farah, disposta a sacrificarlo nell’esplosione. Nunziante spiega il meccanismo, citando Gramsci (“Bisogna essere folli per essere chiari”. Zalone fa il contrario: è chiaro per essere folle). Comico famoso dal 2005 grazie alla trasmissione Zelig, ingenuo per calcolo e di simpatica ignoranza (finta), volgare ma mai scurrile, politicamente scorretto, capace di far satira con leggerezza graffiante su un’Italia dove contano le conoscenze più che la conoscenza, sul familismo, il clericalismo, il militarismo camuffato, musicista che ama il jazz, ma sa essere un neomelodico alla napoletana.

ORARI
MERCATO
Lunedì e martedì 10.00 / 22.00
Mercoledì 10.00 / 23.00
Dal giovedì alla domenica 10.00 / 00.00
OSTERIA
Lunedì e martedì 12.00 / 22.00
Mercoledì 12.00 – 16.00 / 19.00 – 23.00
Dal giovedì alla domenica 12.00 – 16.00 / 19.00 - 0.00
CAFFE' SANLORENZO
Lunedì e martedì 8.00 / 22.00
Mercoledì 8.00 / 23.00
Dal giovedì alla domenica 8.00/ 0.00